Super ecobonus 110%: ecco come ristrutturare casa gratis (o quasi)

3

Bisogna essere in possesso di requisiti specifici per poter accedere a questo tipo di agevolazione fiscale. Essa permette, a chi può accedervi, di realizzare degli importanti lavori in casa pagando poco o niente. Scopriamo il super ecobonus 110%.

Si tratta di un provvedimento recentissimo e che potrebbe essere realizzato a breve. Il chiacchierato ecobonus 2020 che l’Agenzia delle Entrate ha appena finito di elaborare e portare a una quasi concretezza potrebbe essere lanciato a momenti. Esso permetterà l’applicazione di scontistiche notevoli su vari tipi di lavori in casa, come la ristrutturazione dell’immobile. 

L’Agenzia, come detto, ha preparato un apposito modulo, che potrà essere compilato e inviato per la domanda a partire da metà ottobre. Con questo ogni persona che rientri nella categoria designata avrà l’opportunità di richiedere la cessione del credito e lo sconto nella fattura. Non stiamo parlando di pochi spiccioli, ma di un vantaggio notevole. 

Queste agevolazioni rischiano di non essere conosciute per bene dai cittadini, ed è qui che entriamo in scena noi. Con questo articolo ti spiegheremo per filo e per segno cosa sia il superbonus 110%, quali requisiti bisogna possedere per poterne usufruire e come fare domanda per ottenerlo. In pratica, tutto ciò che è necessario conoscere al riguardo.
 

Superbonus 110% per ristrutturare casa: una nuova opportunità per molti

Questa emergenza sanitaria dalla quale non siamo ancora usciti sta mettendo tutti quanti in ginocchio, inutile negarlo. Dal punto di vista finanziario, oltre che medico, quasi tutti i cittadini italiani si trovano di grave difficoltà. 

Sia chi lavora come dipendente, ed è stato temporaneamente messo in cassa integrazione durante il periodo di lockdown, sia chi lavora in proprio, ha un’attività da mandare avanti ed è stato costretto a fermare tutto per lungo tempo (basti pensare alle dure restrizioni nel settore della ristorazione) al momento stenta a tirare avanti. 

Lo Stato, allora, stringendo un po’ i denti, ha lanciato il cosiddetto decreto Rilancio: una proposta di aiuti finanziari che interessa vari aspetti della vita economica dell’intero paese, anche quello edilizio. Qui rientra l’ecobonus per la ristrutturazione delle case.

 Questo aiuto prevede, in poche parole, delle importantissime detrazioni fiscali per la ristrutturazione nel 2020 da parte dell’Agenzia delle entrate. 

Un cittadino italiano che dovesse riuscire a rientrare nella categoria di coloro che hanno i requisiti necessari potrebbe così sistemare la propria abitazione spendendo molti meno soldi. In aggiunta a questi aiuti, in questi giorni è possibile accedere a delle importanti offerte sui mobili online. Esistono siti utili in questo senso. 

Ecco chi può accedere a questi aiuti:

  • Condomini
  • Singoli immobili
  • Complessi di case popolari
  • Cooperative 
  • Associazioni no profit di vario tipo 
  • ASD e Società sportive

Come funziona l’ecobonus per la realizzazione di lavori sull’immobile? 

Il fine di questo speciale bonus sulle case è quello di migliorare la classe energetica del tuo immobile. Se questo non fosse possibile, allora il vantaggio non potrebbe essere elargito dallo Stato, non avrebbe alcun senso altrimenti. Di conseguenza, è necessario dimostrare questo upgrade tramite l’Attestato di Prestazione Energetica. Deve essere dimostrato il passaggio a due classi superiori. 

Inoltre, se si effettuano lavori di adeguamento anti sismico, si ha la possibilità ulteriore di accedere a un fantastico sconto del novanta percento sulla copertura assicurativa contro ogni sorta di calamità. 

Il bonus copre persino il cosiddetto cappotto termico, che deve interessare oltre un quarto della superficie dell’immobile. Esistono però dei limiti massimi di spesa: 

  • Trentamila euro per ogni unità abitativa, per tutti quegli stabili caratterizzati da oltre otto appartamenti
  • Quarantamila euro per ogni unità abitativa, per tutti quegli stabili caratterizzati da due a otto appartamenti
  • Cinquantamila euro per le case plurifamigliari, che siano indipendenti e forniti di due uscite

Mentre il limite massimo sulla spesa da poter fare, per quanto riguarda le parti condivise dei palazzi è di ventimila euro. 

Altri interventi che rientrano pienamente nel bonus del 110% sono i seguenti:

  • Pannelli fotovoltaici
  • Accumulatori di energia
  • Colonne per la carica delle automobili elettriche

Insieme a questi, bisogna contare anche tutti gli altri lavori considerati dal precedente ecobonus per le case. 

Altri importantissimi consigli per risparmiare sulla propria casa

Una spesa davvero importante, e che spesso non viene presa in considerazione quando si compra casa o si effettuano lavori per migliorare il proprio immobile, è l’acquisto di tutte le parti d’arredo.
Non si tratta affatto di una spesa superflua, dal momento che il mobilio è determinante per la vivibilità. Questo fattore dà un ulteriore valore non soltanto all’unità immobiliare, ma all’intero edificio in cui essa è situata.
Inoltre, quando si parla di casa… cos’è una dimora senza le componenti d’arredo che la rendono accogliente? Un letto, un divano, una scrivania, una libreria. Tutte queste cose, insieme a molte altre, non fanno che allietare gli abitanti elevando la qualità della loro vita. 

Arredare casa costa e, a volte, farlo non è una scelta opzionale. Chi vuole acquistare componenti di arredo fatte a regola d’arte, resistenti e duraturi, non può che mettere mani al portafogli sapendo di doversi sacrificare un pochino.
Chi desidera soltanto risparmiare, in genere, è costretto ad accontentarsi di mobili davvero scadenti, fatti in serie, con materiali di scarto e che si danneggiano molto in fretta. 

Esistono moltissimi negozi che, però, offrono una buona selezione di oggetti e complementi, a buon prezzo o che possono essere acquistati su internet grazie a codici sconto.
Tra questi, consigliamo Maisons du monde, la catena di arredamento per interni tra le più conosciute e apprezzate nel nostro paese e che raccoglie un numero infinito di fan e clienti affezionati. 

Lo stile dei componenti pensati per la casa chic è altamente variabile: cambia a seconda del colore e del gusto specifico di ogni potenziale acquirente. Ci sono oggetti di pregio, sia eleganti in maniera barocca, sia tipo vintage, sia etnici, sia country e shabby

Infine, un altro negozio di cui è possibile reperire facilmente delle incredibili e imperdibili offerte è Le Roy Merlin, uno dei più grandi franchising del settore prodotti domestici e fai da te.

Related Posts

2 Responses

Leave a Reply

My New Stories

CBD proprietà
Uova di Pasqua online
Spesa online
regali per papà
estrazione Esselunga concorso 2021
Calendario-festività-2021
concorso-natale-esselunga-2020